Skype Whatsapp Viber

Contratto prematrimoniale

Precisiamo subito che i patti prematrimoniali in Ucraina sono legittimi e praticamente sono l’equivalente della separazione dei beni in Italia.

Cosa è e a che cosa serve il patto prematrimoniale o matrimoniale ?

Oggi i coniugi, contestualmente alla domanda di trascrizione di matrimonio all’estero possono scegliere il regime patrimoniale di coppia.
Non scegliendo si è automaticamente i regime di comunione dei beni, sia per il matrimonio Ucraino che per quello Italiano. Consigliamo, se ci sono beni che non si desiderano condividere di optando per la separazione dei beni.

La legislazione Ucraina consente che marito e moglie possano decidere, prima di sposarsi o anche in un secondo tempo di concordare con  Atto stipulato da un legale a firma congiunta autenticata dal Notaio come definire i loro rapporti economici futuri, tutelandosi reciprocamente in caso di una eventuale separazione o di un possibile divorzio. La forma è quella di un elenco di note specifiche vincolanti. Non dovete vedere il Contratto come una vessazione ma come una promessa reciproca di trasparenza patrimoniale che, spesso, tutela il matrimonio proprio dal divorzio.

A chi ci si dovrà rivolgere per sottoscrivere le convenzioni? E con che costi?

Ogni caso va analizzato ma e’ un’opzione possibile già con 300 euro. Esempi delle ultime richieste di Patti Prematrimoniali messe in Atti.
Un coniuge ha rinunciato ad ogni futura pretesa a fronte di un pagamento una tantum di € ………. per tornare singola ed autonoma. Il futuro marito ha preteso che la moglie rinunciasse al cognome del marito in caso di divorzio. Ordinariamente si decide prima di come disporre di case, appartamenti, conti correnti e redditi derivanti dagli immobili o attività.

Che cosa non sarà possibile concordare?

I patti non possono:

  • limitare la libertà personale (divieto di trasferirsi in una determinata città)
  • essere in contrasto con i principi di ordine pubblico
  • limitare il diritto a esercitare azioni legali o a difendersi in giudizio
    vietare di risposarsi.

Il patto, con il consenso delle parti, può essere modificato e sono possibili clausole di adeguamento.