Skype Whatsapp Viber

Matrimonio in Ucraina

Come celebrare un matrimonio veloce in Ucraina in massimo 8 giorni. Molti europei hanno scoperto la semplicità  di sposarsi in Ucraina. La legislazione, in merito ai matrimoni misti è particolarmente favorevole, a differenza di quella italiana accetta il patto pre-matrimoniale patrimoniale.

Sposare una donna ucraina vuol dire scoprire molte cose comuni: il senso della famiglia, la partecipazione e il desiderio dei figli. Il nostro ufficio di Kiev, dopo anni di esperienza in Ucraina, può assistervi per superare velocemente (normalmente in 4- 7  giorni) ogni problema burocratico o procedurale finalizzato al matrimonio in Ucraina. Dalla prenotazione, alle traduzioni, alla cerimonia e alle successive trascrizioni del matrimonio  in Ucraina e in Italia compresa l’assistenza al rilascio visto.

Da anni offriamo seri consigli legali gratuiti, purchè brevi. Per evitarvi di pretendere dopo un viaggio fai da te, ascoltate tutte le voci assurde che circolano tra parenti amici ed internet ,di presentarvi a Kiev con i documenti sbagliati e poi lamentarvi perchè non riuscite a sposarvi in 3 giorni.

Per fare da soli o prima di richiedere la nostra assistenza in Ucraina, seguite le seguenti semplici regole dell’ITER BUROCRATICO PER IL MATRIMONIO CIVILE IN UCRAINA.

Il Matrimonio in Ucraina è totalmente riconosciuto dalla Legislazione italiana, ma a differenza di quello italiano non prevede che solo la moglie goda di tutti i diritti. Quindi vi consigliamo di essere al corrente di tutte le differenze con un consulto preventivo sia per il matrimonio che il contratto di separazione dei beni prematrimoniale, che in Ucraina ha valore di Legge.

Aggiornato marzo 2020

Prima di partire per sposarsi in Ucraina il coniuge Italiano deve procurarsi i seguenti documenti :

Se celibe 

  • Nessun certificato e’ necessario , portatevi carta d’identità e passaporto per l’auto certificazione.

Se divorziato

  • Sentenza di divorzio originale (apostillata dal Tribunale o dalla Prefettura)
  • Estratto di Matrimonio (presso il comune di residenza) + (apostillata dal Tribunale o dalla Prefettura)

Se vedovo

  • Certificato di morte del coniuge ( presso il comune di residenza + apostille della Prefettura )
  • Estratto di Matrimonio ( presso il comune di residenza + apostille della Prefettura)

Per il coniuge Ucraino, ci sono particolari disposizioni, quindi fate contattare il nostro ufficio dalla cittadina Ucraina con le seguenti risposte, sarà più semplice aiutarla in lingua originale:
Se nubile, divorziata, vedova in caso di divorzio, da quanto tempo e’ in essere il divorzio.
Se la persona ha cambiato cognome dalla nascita.
Se ha o meno figli minori conferma che l’atto di nascita sia Ucraino e non CCCP, DOCUMENTI UCRAINI UTILI, Certificato di nascita (ufficio competente Zags).
Se la persona non e’ nata in Ucraina, contattateci telefonicamente
Dichiarazione di Stato libero (ufficio competente Notaio).

PROCEDURA

I documenti Ucraini originali DEVONO essere legalizzati presso gli Uffici del Ministero della Giustizia Locale ed Apostillati.
Quindi basta portarceli a Kiev e provvederemo noi a tutto, nel più breve tempo possibile.
IMPORTANTE
Per celebrare il matrimonio NON sono necessarie le pubblicazioni di matrimonio.
consigliamo a tutti di fare riferimento solo alla pagina ufficiale del Consolato d’Italia a Kiev

Stralcio della pagina del Ministero Affari Esteri

Quale documentazione occorre per contrarre matrimonio in Ucraina (cittadino/a Italiano/a con cittadino/a Ucraino/a)?
L’ufficio Consolare NON PUO’ più rilasciare o richiedere Nullaosta

Una traduzione in lingua ucraina del proprio passaporto autenticata da un Notaio locale.
E’ altresì reperibile, a questo Link, la relativa Nota Informativa.

Come avviene la trascrizione del matrimonio in Italia?
Dopo la celebrazione del matrimonio, I ‘Ufficio di stato  civile ucraino consegna agli sposi  un originale dell’atto di matrimonio. Esso deve essere sottoposto a legalizzazione mediante apposizione dell’Apostille e successivamente  tradotto in lingua italiana  presso un traduttore accreditato dall’Ambasciata (lista disponibile nella bacheca consolare collocata negli spazi di attesa del pubblico presso la Cancelleria Consolare, clicca per orari aggiornati).
L’atto di matrimonio deve essere consegnato agli sportelli della Cancelleria Consolare che provvederà ad inoltrarlo al competente Comune italiano per la trascrizione nei registri di stato civile. La richiesta di trasmissione dell’atto di matrimonio da parte del Consolato, ai fini della trascrizione nei registri di stato civile, dovrà essere sottoscritta da entrambi i coniugi. Clicca qui per il modello di richiesta.

Come avviene la scelta del regime patrimoniale?
Gli sposi, alla consegna dell’atto di matrimonio, hanno facoltà di scegliere un regime patrimoniale diverso da quello legale, in particolare, di optare per il regime della separazione dei beni. Tale atto viene predisposto in Cancelleria, in presenza di entrambi gli sposi e di due testimoni italiani. Esso viene trasmesso al Comune insieme all’atto di matrimonio per le relative annotazioni marginali.
La scelta del regime patrimoniale può essere effettuata in Italia anche successivamente alla trascrizione. ( A PAGAMENTO TRAMITE NOTAIO).

Il coniuge ucraino può recarsi in Italia dopo il matrimonio?
Il coniuge ucraino (straniero) NON ha sempre necessità del visto per potersi recare in Italia. La domanda di visto può essere presentata presso l’Ufficio Visti dell’Ambasciata, senza necessità di richiedere con anticipo un appuntamento e senza necessità della presenza del coniuge italiano: basta solo presentarsi presso lo sportello dell’ufficio visti negli orari di apertura al pubblico (dal lunedì al giovedì, dalle 9.15 alle 13.15), muniti di passaporto, due fotografie, formulario di domanda compilato, prenotazione aerea e copia dell’atto ucraino di matrimonio (munito di apostille, traduzione in lingua italiana e legalizzazione di questo Consolato). Il termine per il rilascio del visto è stabilito dalle norme vigenti in 15 giorni a decorrere dalla presentazione della domanda, ma l’Ambasciata assicura il massimo sforzo – compatibilmente con le proprie possibilità – per cercare di ridurre e contenere più possibile tale termine. Maggiori dettagli sono comunque disponibili sulla pagina web di questa Ambasciata (www.ambkiev.esteri.it).

N.B.: Si accede in Cancelleria Consolare presso l’Ambasciata d’Italia a Kiev, Via Yaroslaviv Val 32-b, senza appuntamento nei giorni di apertura al pubblico.